Tag Archives: amiche

Prenatalizio.

Sabato sono scesa per una gita di amicizie varie, per incontrare una serie di emigrate come me che a Natale si radunano tutte sotto la benevola ombra del nostro campanile bianco.
Una giornata frenetica, più che vederle ho dovuto rincorrerle, ma poi come ha detto Lui, sempre saggio, il giorno dopo sarai contenta di averlo fatto.
Ne ho vista una che si è commossa quando le ho chiesto di essere la mia testimone, e mi ha risposto, stupendomi, che per lei è un onore. Che si impegnerà a farlo al meglio. E io, che non ho dubbi sulla sua performance, sono rimasta colpita e ammaliata dalla serietà che mi ha dimostrato. Lei che sa che l’Amore è sacro, specie se combattuto.
Poi ne ho visto una, la più dolce di tutte, che si è commossa quando mi ha detto arrivederci. Anche questo mi ha colpito, vedere che a qualcuno manchi tanto, che davvero la tua presenza come amica fa la differenza. Lei avrà un Natale triste ma sorride sempre, lascia sempre posto a me per parlare. Lei non parla del Suo giorno, per farmi parlare del Nostro.
Poi ne ho vista un’altra ancora, che mi stupisce sempre meno. Una a cui ho scritto ti voglio bene e mi ha risposto grazie, che è una bella risposta, forse non quella giusta. Forse, perché io non le voglio bene perché me ne vuole lei: gliene voglio perché la rispetto.
Mi sono addormentata nella camera di una me adolescente, indugiando su tutta una vita appena alle pareti. Su armonie diverse, sulla fitta di dolore per non essere nel letto che desideravo ricoprire.

E oggi, ora, seduta su un tram pieno di luccichini, pensando alla buffa ragazza che ci fa sempre ridere, che torna con un fornetto per la fonduta come bagaglio a mano, a chi soppesa la gioia di una casa nuova, a chi non condivide il vino buono con gli amici, a chi vuole sconfiggere la morte, a chi la calpesta con un paio di trampoli.
Alla gioia di poter dire Ciao, sono io, torno da Voi.

On air: Blondie, Heart of Glass (che poco c’entra, ma è partita mentre scrivevo le ultime parole, e mi ricorda uno dei balli più felici del 2014).

Tagged , , , ,

Si vedon solo con lo scorrimento lento.

Perché, direte, cari amici lettori che ben conoscete i miei gusti, una citazione di un cantante che non mi piace?
Perché è scritta in una serata che a me non piace.
Non una brutta serata, attenzione, con alcune immagini davvero belle: la tua amica di sempre, quella che non hai mai visto totalmente felice, finalmente nel “suo”mondo, circondata da gente da cui è felice di farsi amare.
Una amica che avevi perso, che ti dice “in quattro anni ho sempre chiesto se eri felice, così, per essere sicura”, che da una serata inaspettata riceve in dono un bacio inaspettato. 
Tu che con cinque drink card bevi due coca cola, per essere sicuro di aver abbastanza sudore.
La tua amica milanese che arriva a una serata sbagliata con il sorriso di chi sa perfettamente di star per compiere un errore.
Tu che, mentre un improbabile dj mette su MISTERO (si, avete capito bene) stai a fare il wallflower, scorgendo emozioni e fragilita che si vedon solo con lo scorrimento lento, e a scrivere il tuo blog, perché come hai detto a Lui, il blog lo scrivi quando sei triste.
Ed io sono triste senza Lui.

Tagged , , ,